La British School at Rome: un secondo secolo in Europa

25607945501_1fc1eb87f9_b

La British School at Rome: un secondo secolo in Europa

Posted by FormaUrbis in Uncategorized

 

Pubblichiamo nuovamente la comunicazione che Christopher Smith, direttore della British School at Rome, ha pubblicato nei giorni scorsi perché condividiamo appieno il suo spirito “umano” e “scientifico”.

—————————————————————————–
La British School at Rome è uno dei più importanti istituti di ricerca al mondo in ambito umanistico. Siamo un’istituzione britannica in Italia, e la nostra intenzione è quella di rimanere in Europa.

La BSR è stata fondata nel 1901, con l’obiettivo di essere un ponte tra Gran Bretagna, Italia e Commonwealth, e la nostra missione, oggi, rimane quella di sempre: di essere un centro di ricerca interdisciplinare di eccellenza nel Mediterraneo, sostenendo e promuovendo la ricerca in tutte le discipline dei settori umanistico, artistico e delle scienze sociali.

Per più di un secolo abbiamo cercato di costruire e promuovere un’amicizia di lungo corso tra i due paesi, e siamo profondamente grati per l’ospitalità che ci è stata offerta dai nostri colleghi Italiani.

Centinaia di artisti e di studiosi lavorano ogni anno alla BSR. Altre centinaia di studiosi utilizzano la nostra Biblioteca, che costituisce una risorsa di estrema importanza a livello internazionale. Nella nostra sede ogni anno si tengono più di settanta eventi pubblici (da concerti a convegni, da conferenze a mostre), che danno l’opportunità a talenti intellettuali e creativi di mostrare le proprie capacità.

A partire da lunedì, la Biblioteca della British School at Rome sarà come al solito aperta, come lo è stata per oltre un secolo, agli studiosi Italiani e internazionali.

A partire dall’autunno, i nostri eventi continueranno a promuovere una più profonda conoscenza del mondo in cui viviamo, delle sue radici culturali e delle sue attuali situazioni difficili.

La British School at Rome sarà sempre fiera di essere in Europa e di far parte dell’Europa, culturalmente e intellettualmente, e perciò parte di un mondo interconnesso a livello globale.

http://www.bsr.ac.uk/

Professor Christopher Smith

Direttore

28 Giu 2016 no comments

Post a comment